martedì 21 novembre 2017

LA LETTERA

pubblicata il 08 marzo 2016

Profilo corrispondente tranne che per il genere

Caro Lavoratorio, spesso leggo i vostri articoli ed ho sempre cercato di seguire i consigli dei vostri video, essendo disoccupata ormai da oltre un anno, rispondo solo ed esclusivamente alle ricerche perfettamente in linea col mio profilo e personalizzando la lettera di presentazione per ogni invio di candidatura. Detto questo, settimana scorsa mi sono imbattuta in una ricerca esattamente corrispondente alla mia figura professionale, sono un tecnico commerciale nel settore green, dopo aver prontamente inviato il cv e lettera di presentazione ad una nota agenzia di lavoro interinale (filiale di Desenzano sul Garda), ho provato a recarmi di persona nella suddetta agenzia per evidenziare alle selezionatrici il mio profilo.
Ebbene, mi son sentita dire queste parole: ”sì, lei effettivamente ha le esperienze e competenze del profilo ricercato, ma l’azienda cliente non vuole una donna, vuole un uomo per questo ruolo”. Immaginate la mia espressione davanti a questa risposta, mi sento crollare la terra sotto i piedi, ancora nel 2016 c’è disparità tra i sessi? Ancora vengono preferiti gli uomini alle donne? Eppure si tratta di un lavoro, un’attività che implica l’utilizzo del cervello. Per chi non sapesse di quale attività stiamo parlando, non è un lavoro prettamente fisico da svolgere in officina e considerato pesante, l’attività del tecnico commerciale consiste nel visitare i clienti per fare una presentazione dei prodotti o servizi venduti cercando di individuare la soluzione migliore per il cliente e concludere la trattativa con la vendita.
Scusate lo sfogo, ma davvero non mi do pace davanti a questi rifiuti, una persona di 36 anni con tutte le competenze ed esperienze richieste per un’attività lavorativa, viene ritenuta non idonea per la selezione, soltanto perché trattasi di una donna. Ma stiamo scherzando?! Ma è legale? Vi cito la seconda risposta che, sempre nella settimana appena trascorsa, ho ricevuto stavolta al telefono da un’altra nota agenzia di Lodi, in risposta alla candidatura ad un annuncio ancora in linea col mio profilo, dove non era indicata né l’età né il titolo di studio richiesto. La selezionatrice risponde: “Il nostro cliente non vuole la classica professionista quarantenne con la laurea, ma cercano un ragazzo giovane con il diploma” .
Ora, di anni ne ho 36 e non 40, già la selezionatrice è riuscita ad offendermi col tono per l’espressione usata, in aggiunta è la prima volta che sono stata scartata per avere un titolo di studio aggiuntivo al diploma. Sono già poche le ricerche nelle quali ci si riesce perfettamente ad identificare, se poi si viene scartati per questi motivi, davvero non so quando riuscirò a trovare lavoro. Gentili autori di Lavoratorio, spero in un vostro consiglio o intervento per poter capire questa giungla del mondo del lavoro, soprattutto in merito al fatto di venire ancora discriminata per il sesso. Grazie, Cordiali Saluti

A.


Risponde Jobob (Redazione di Lavoratorio.it):
“Cara A. pubblicare oggi questa lettera per noi ha una doppia valenza, di riconoscimento del maggiore disagio che le candidate vivono rispetto ai colleghi maschi e di denuncia dell'ennesima violazione delle regole nel nostro mercato del lavoro. Purtroppo, la discriminazione è una piaga dura a morire nel nostro mercato del lavoro, che si tratti di discriminazione di genere o di qualunque altro tipo. Ne sanno qualcosa i disoccupati in età matura, alle prese da sempre con questo macigno che soffoca la loro attività di ricerca del lavoro: discriminazione tanto palese da comparire, a volte, persino negli annunci di lavoro. Gli episodi da lei segnalati purtroppo non fanno che confermare l'esistenza di un gigantesco problema culturale: perché la diversità fa ancora paura nel 2016? Come affrontare e risolvere questo problema alla radice? Purtroppo gli interventi legislativi non bastano, perché inservibili con la discriminazione preventiva, servono denunce come la sua ed attenzione continua da parte dei media. Noi stiamo facendo da sempre la nostra parte e continueremo a farla.

Vola in tutto il mondo con

Cerca