venerdì 22 settembre 2017

LA LETTERA

pubblicata il 03 gennaio 2013

Esperienze da indicare nel curriculum vitae

Ho letto i vari opuscoli che avete pubblicato sul sito Lavoratorio.it in merito alla ricerca dei lavori tramite internet inviando per email i curriculum vitae in formato europeo,  volevo chiedere: sono un'infermiere che è in cerca di lavoro, nel mio curriculum professionale formato europeo oltre a questa professione ho inserito anche esperienze lavorative e corsi di formazione fatti negli anni precedenti alla laurea di infermieristica, la mia domanda: è un bene inserire attività lavorative passate o è meglio evitare di inserirle? Chi legge il curriculum le attività passate non inerenti al profilo ricercato nel mio caso "infermiere" le può interpretare in modo negativo? I colori della foto sono fondamentali(tipo colore della camicia, della maglia)? In attesa di una risposta Le porgo distinti saluti.

Francesco D. M.


Risponde Jobob (redazione di Lavoratorio.it): "Caro Francesco, certo che devi inserire tutte le esperienze professionali nel tuo curriculum vitae, anche quelle non inerenti al lavoro a cui ti stai candidando in questo momento, sempre che si tratti di esperienze documentabili (cioè con un contratto di lavoro regolare).
Dovrai solo avere l'accortezza di evidenziare quelle più attinenti, facendovi riferimento anche nella lettera di presentazione che allegherai al curriculum vitae. Omettere queste informazioni renderebbe il tuo curriculum sicuramente più povero e soprattutto non corrispondente alle tue reali esperienze. E poi non è detto che l'aver svolto altri lavori in precedenza sia in ogni caso penalizzante. Sull'ultima domanda, beh, concedici una battuta: forse per la foto tessera non metteremmo una camicia verde (rende verde anche il viso), poi tutto il resto è davvero solo una questione di gusti.

Un solo motore di ricerca per
tutti gli annunci immobiliari in Italia.

Cerca