logo Lavoratorio.it
La scorsa settimana oltre 738 iscritti a Lavoratorio.it hanno trovato un nuovo lavoro

CERCA E TROVA OFFERTE DI LAVORO cerca e trova lavoro

Aggiungi ricerca testuale

lunedí 21 aprile 2014
LA LETTERA pubblicata il 22 febbraio 2013

Per inviare la tua lettera a Lavoratorio.it, scrivi all'indirizzo laposta@lavoratorio.it

Come distinguere una ricerca finta da una reale

Buongiorno, ho risposto circa un mese fa ad una annuncio di "offerta di lavoro". Già questo è strano; in un mercato regolato da domanda e offerta io "offro" la mia prestazione a qualcuno che la richiede, e non viceversa ma tant'è.
Premetto che sono laureato, con oltre 25 anni di esperienza, già occupato, in una posizione di responsabilità in un'azienda solida... peccato che sia a 250 Km da casa mia e mi costringa ad una logistica poco piacevole. Rispondo ad un annuncio che sembra scritto un estratto del mio CV per una collocazione vicino a casa, splendido!
Rispondo il 23 dicembre e il 27 contatto la società di ricerca; purtroppo la responsabile della ricerca è in ferie e rientra il 10 gennaio. Telefono l'11 gennaio ma la ricerca è conclusa (??). Peccato, è già stata inserita una persona (però in prova).
Il 16 febbraio individuo un annuncio analogo e mi viene un dubbio: che sia lo stesso? che la persona in prova non sia stata confermata?
Ritelefono e chiedo informazioni; dopo poco, a fronte dell'imbarazzo dell'interlocutore e dopo la mia insistenza capisco che la ricerca non è mai esistita. Né oggi, nè allora.
E vengo a sapere che è tipico ripubblicare annunci "simili" solo per "tenere monitorato" l'andamento del mercato del lavoro (forse anche per avere un massa di dati personali, di cui fare cosa?).
Mi chiedo: perché questi "scouting" (peraltro legittimi) vengono mascherati dietro ricerche inesistenti? 
Inutili le "proteste” generiche come può essere questa mia. Proporrei che a fronte di ogni segnalazione di situazioni poco chiare il mittente divulghi esplicitamente il nome delle società che si è prestata a tali condotte; e di far circolare esplicitamente fra clienti e fornitori dei suoi servizi queste informazioni, in modo da scoraggiare chiunque ad appoggiarsi all'intermediazione di tali soggetti poco corretti.
E' possibile? Se io dicessi: la società con cui è successo questo è la XYZ di e cominciassi a far conoscere il fatto in maniera pubblica?
Nel mio piccolo, qualora  avessi necessità di tali servizi (come azienda cliente) mai interpellerò tale società.
Piergiorgio V.
 
Risponde Jobob (redazione di Lavoratorio.it):
“Caro Piergiorgio, c'è poco da girare intorno a quello che hai raccontato: se davvero le cose sono andate come affermi si tratta di una pratica molto scorretta, peraltro anche abbastanza difficile da smascherare. Anzi a dire il vero, non abbiamo ben capito quale sia stato l'elemento decisivo per farti capire che la ricerca in oggetto fosse falsa: la sola reticenza del selezionatore a parlare di una ricerca in tutto e per tutto simile alla precedente?
Comunque, la pubblicazione di annunci civetta per sole esigenze di “scouting” come dici tu, o di studio del mercato del lavoro, va denunciata e colpita. Non si prendono in giro i candidati per risparmiare sui costi di analisi e consulenze: per avere questi dati gli intermediari, quelli seri, si rivolgono agli istituti che svolgono ricerche di mercato e statistiche. Anche il discorso della raccolta di candidature per fare banca dati per esigenze future ci trova in completo disaccordo: le banche dati hanno ormai vita brevissima.
Per cui la denuncia “pubblica” va bene: bisogna però avere le prove altrimenti il rischio di beghe legali è molto alto.
Per concludere, riproponiamo questa riposta del Direttore di Lavoratorio.it, Roberto Marabini, ad una lettera in cui si parlava anche di annunci civetta."
 
I COMMENTI

5 commenti finora pubblicati

Partecipa alla discussione attraverso il tuo account Facebook, Twitter o Linkedin
cliccando su uno dei bottoni qui sotto. Per ulteriori informazioni su questa funzione, clicca QUI

Facebook Twitter Linkedin

Redazione Lavoratorio (27 febbraio 2013 - ore 10:19:15):

Patrizio, come già risposto a Piergiorgio, la pratica (scorretta) di pubblicare annunci "civetta" per fare database di candidati esiste, o meglio, è esistita in passato ma è sempre meno frequente. Perchè? Perchè gli arguti esperti di selezione che pensavano così di soddisfare le improvvise impennate ... (segue)

Patrizio Fontana (26 febbraio 2013 - ore 16:05:36):

Purtroppo anche a me è capitato di essere vittima di questi comportamenti così scorretti da parte delle agenzie, all'inizio non l'avevo nemmeno capito finchè è stato lo stesso selezionatore dell'agenzia a chiarirmi di essermi candidato per un annuncio dietro al quale non vi era alcun reale posto ... (segue)

Redazione Lavoratorio (25 febbraio 2013 - ore 12:41:13):

L'intervento di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno a tutti, sul tema degli annunci civetta sono intervenuto più volte. In sintesi, purtroppo gli annunci civetta esistono. Ma è anche vero che su questo tema esistono enormi confusioni e leggende metropolitane senza alcun fondamento. ... (segue)

Gaia Letizia (24 febbraio 2013 - ore 21:53:04):

E' vero, l'ho notato anche io da qualche mese a questa parte. L'ho potuto verificare con un altro portale di ricerca lavoro, assai famoso, dove le stesse ricerche di personale ripassano periodicamente. L'annuncio cambia poco nel contenuto e nel riferimento numerico ma l'agenzia interinale è la stessa ... (segue)

Laura Pedrazzini (24 febbraio 2013 - ore 11:23:41):

Buongiorno ! Innanzi tutto complimenti per il lavoro che svolgete sempre molto interessante ! Vorrei aggiungere una mia esperienza a proposito di annunci "civetta " Ultimamente sto vedendo offerte identiche, che contengono cioe' parole un po' specifiche per la mansione, che si ripetono pari pari anche ... (segue)


5 commenti finora pubblicati

Partecipa alla discussione attraverso il tuo account Facebook, Twitter o Linkedin
cliccando su uno dei bottoni qui sotto. Per ulteriori informazioni su questa funzione, clicca QUI

Facebook Twitter Linkedin

CERCA NELLE LETTERE cerca e trova lavoro

* scrivi UNA sola parola di ricerca

facebook
Twitter
Google+
LinkedIn
indoona

CERCA NELLE LETTERE cerca e trova lavoro

* scrivi UNA sola parola di ricerca

L'ULTIMO BOTTO

Fai ricerca in Italia? Sei un fancazzista!

di Andrea Monaci

LA LETTERA DEL GIORNO

Over 40 e 50 disoccupati, siamo alla svolta?

di Giuseppe Zaffarano

Lavoratorio.it © 2008 - 2014 p.iva 02430780128