logo Lavoratorio.it
La scorsa settimana oltre 738 iscritti a Lavoratorio.it hanno trovato un nuovo lavoro

CERCA E TROVA OFFERTE DI LAVORO cerca e trova lavoro

Aggiungi ricerca testuale

domenica 20 aprile 2014
IL BOTTO pubblicato il 22 marzo 2011

Come rispondere ad una inserzione di lavoro

di Roberto Marabini

La maggior parte delle candidature che vengono inviate in risposta ad annunci di lavoro sono realizzate in maniera pessima. Ne sono cosciente: anche questa affermazione scatenerà un feroce dibattito. Quando, attraverso un botto ed un video, ho provato ad elencare gli errori tecnici che impediscono all’80% dei curriculum di arrivare a destinazione, la redazione ha ricevuto decine di commenti da parte di lettori che si rifiutano di accettare questa realtà.
 
Mi spiace per chi prova difficoltà a mettersi in discussione e non pare interessato a comprendere le dinamiche del nostro mercato, ma il senso di assoluta lealtà nei confronti di chi realmente vuole capire come si cerca lavoro via internet mi impone di sviscerare anche gli aspetti meno populistici dell’incontro fra domanda ed offerta di lavoro.
 
Eccomi dunque a spalancare un altro doloroso coperchio: ammesso che tecnicamente la nostra candidatura sia realmente indenne da errori tecnici e sia riuscita ad entrare nella cerchia delle 50-200-500 candidature che sono arrivate a destinazione, tutti sappiamo che solamente una minima parte dei candidati saranno concretamente convocati per un colloquio. Perché, fra centinaia di curriculum, il selezionatore dovrebbe convocare proprio me? La mia candidatura riuscirà a farsi notare e sarà in grado di comunicare in pochi secondi "Ecco il candidato che cerchi!"?
 
Qualche giorno fa, un'amica mi ha chiesto l'ennesimo parere sul suo cv. Ho provato a risponderle con estrema sincerità e concretezza. Diversi documenti pubblicati su Lavoratorio.it, ai quali rimando per un vero e proprio approfondimento, cercano di spiegare come realizzare il proprio curriculum e la propria lettera di presentazione. Ma nella risposta inviata alla mia amica mi sono accorto di aver condensato un trattatello, un decalogo che potrebbe essere intitolato "Come rispondere ad una inserzione di lavoro". Provo quindi a riproporlo ai lettori di Lavoratorio.it, esattamente come l'ho inviato alla mia amica:
 
"Ciao Antonella,
 
spero tu abbia sgombrato il cervello da ogni condizionamento relativo alla crisi economica ed alla scarsa professionalità di molti selezionatori: purtroppo, si tratta di argomenti che ben conosciamo e mi parrebbe assolutamente inutile perdere tempo in considerazioni fuorvianti. Mi hai chiesto un parere tecnico e cerco di rispondere per punti. Prova a leggerli uno per uno e con estrema attenzione. Poi fammi sapere:
 
- anche tu hai utilizzato il formato europeo del cv: proprio non lo sopporto! Il formato europeo riduce il curriculum ad uno sterile elenco, più o meno lungo, impersonale e di difficile lettura. Tutte le tue esperienze sono ridotte ad un elenco dove sei stata costretta a dare lo stesso spazio ad ogni esperienza: a lavoretti di poche settimane, come all’impiego che hai svolto per quindici anni. E’ proprio questo il peggior difetto del formato europeo: non è personalizzabile, cioé non puoi mettere in evidenza le esperienze più significative per te o rispetto all’inserzione per cui hai deciso di candidarti.
 
- A mio avviso, il formato europeo del cv è solamente un ottimo promemoria che ti ha aiutato ad elencare gran parte delle tue esperienze e delle tue competenze, ma è tutt’altra cosa rispetto alla candidatura che, di volta in volta, devi calibrare e realizzare quando vuoi rispondere ad un annuncio di lavoro!
 
Se ritieni, provo ad elencare le operazioni che dovresti compiere ogni volta che ti trovi di fronte ad una inserzione di lavoro “interessante”:
 
1) Anzitutto, devi cercare di comprendere quali sono le attività realmente proposte dall’annuncio, le competenze professionali che sono esplicitamente richieste o quelle che ritieni siano opportune per considerarsi realmente il “candidato ideale”.
 
2)  Lo so, non è per niente facile, in Italia la maggior parte degli annunci non sono per nulla chiari, anzi fanno un po’ schifo. Ma se ritieni che si tratti di una opportunità seria, dopo aver messo a fuoco il punto precedente, devi sottoporti ad un' auto-analisi molto critica. Senza sottovalutarti, ma anche senza barare.
 
3) Per iniziare la tua auto-analisi, puoi prendere come riferimento proprio l’elenco realizzato per il formato europeo del cv: scorri una per una le tue esperienze professionali e formative e sottolinea con un pennarello quelle che hanno un riferimento diretto con le attività e le competenze richieste dall’inserzione. Ma non basta.
 
4) Oltre a considerare quanto avevi già elencato nel tuo formato europeo del cv, devi rovistare a fondo nella tua memoria. Ognuno di noi tende a dimenticare attitudini ed esperienze che, infatti, non sono inserite nel formato europeo, ma che possono invece avere molta importanza per dimostrare la nostra attitudine ad un impiego. Ad esempio, se sono richieste capacità organizzative, possiamo ricordare un periodo dove abbiamo gestito con ottimi risultati un gruppo di persone, anche al di fuori del lavoro. Ad esempio, attraverso un'associazione culturale o nel coordinamento di un intero campeggio estivo per i ragazzini della parrocchia.
 
5) A questo punto, dai tuoi elenchi (il formato europeo e la memoria) devi prelevare solamente le esperienze e le attitudini che possono interessare all’autore della specifica inserzione cui intendi rispondere. Devi prendere i singoli punti interessanti e riscriverli di nuovo, su un foglio bianco: entra nel concreto e cerca di spiegare il collegamento fra le tue esperienze e quanto richiesto dall’inserzione. Certamente, anche quando riscrivi ogni volta la tua candidatura, lontana il più possibile da moduli e formati prestampati, devi essere sintetica. Ma ti renderai conto che potrai mettere in evidenza un sacco di cose interessanti e pertinenti, che non avevi mai potuto indicare nel formato europeo del tuo cv!
 
6) Stavo per dimenticare: sai cosa devi fare di tutte le esperienze professionali, dei titoli di studio e dei master che erano elencati  nel formato europeo del tuo cv, ma che non hanno nessun interesse per l’inserzione cui di volta in volta vuoi rispondere? Nel cv che stai per inviare non indicarli affatto: eliminali! Oppure, se proprio lo ritieni necessario, inseriscili in fondo al curriculum: un elenco sintetico, introdotto ad esempio con la frase: "Oltre alle specifiche competenze professionali sopra indicate, nel corso degli anni ho accumulato anche altre esperienze lavorative (o formative) come badante, direttore generale, cuoca, facchino, eccetera".
 
7) Quando hai realizzato il nuovo curriculum che intendi inviare ad una certa inserzione, non devi mai dimenticare un passaggio essenziale: la realizzazione di qualche riga di presentazione (o di accompagnamento, o come diavolo la vuoi chiamare) del tuo curriculum. In queste dieci righe devi spiegare perché ti stai candidando per quell’annuncio. Sottolineo: quell'annuncio specifico e non un annuncio qualunque.
 
8) Queste righe di presentazione sono l'anima della tua candidatura e possono davvero fare la differenza nel mare delle centinaia di curriculum pervenuti al selezionatore. Avrai capito che non possono essere sempre uguali. Per riuscire a dare un’anima a queste righe, prova a scrivere esattamente quello che diresti a tua sorella o a me per convincermi che sei la persona giusta per quel posto di lavoro!
 
9) Fai conto che a me non interessi nulla del tuo curriculum, ma vuoi convincermi a leggerlo: dammi almeno un motivo concreto per leggere il tuo curriculum. Tieni presente che dei tuoi problemi personali e familiari non deve interessarmi nulla. Potrei già sapere che sei la migliore persona del mondo, ma perché dovrei scegliere proprio te per quel lavoro? Che cosa avete in comune tu, quel lavoro e quell’azienda? Devi spiegarmelo concretamente. E convincermi. Altrimenti non leggerò una sola riga del tuo bellissimo curriculum.
 
10) Le righe di presentazione del tuo curriculum dovranno ovviamente precedere sempre il curriculum stesso: potrai scriverle nel corpo della mail a cui alleghi il tuo cv, oppure su un altro documento intitolato “lettera di presentazione” oppure inserirle sullo stesso documento, ma prima del cv vero e proprio.
 
Cara Antonella, per il momento, credo di aver terminato.
Probabilmente, in pochi minuti, ho rivoluzionato il tuo modo di intendere il concetto stesso di candidatura. O almeno lo spero.
Un abbraccio e a presto."
Roberto Marabini
Direttore di Lavoratorio.it
I COMMENTI

78 commenti finora pubblicati

Partecipa alla discussione attraverso il tuo account Facebook, Twitter o Linkedin
cliccando su uno dei bottoni qui sotto. Per ulteriori informazioni su questa funzione, clicca QUI

Facebook Twitter Linkedin

Redazione Lavoratorio (02 dicembre 2013 - ore 14:47:12):

Buongiorno Aldo, innanzitutto grazie: su oltre 75mila lettori di questo articolo è stato l'unico ad accorgersi del refuso. In seconda battuta però vogliamo farle notare che qui si parla di come ci si candida, mentre lei risponde parlando dei selezionatori: è la solita musica, quando si parla di ... (segue)

ALDO PANICO (01 dicembre 2013 - ore 07:45:16):

Caro Roberto (consentimi il tu: potrei essere tuo padre se non tuo nonno)sono parzialmente d'accordo con il tuo articolo/manuale. Innanzitutto devo sottolineare che anche tu saresti stato scartato perchè hai commesso un errore di grammatica: Hai senza la h (rispetto all’inserzione per cui ai deciso ... (segue)

Massimo Nastri (11 ottobre 2013 - ore 14:05:33):

Io penso che il sistema lavoro italiano sia esclusivamente intenzionato a scannare la forza lavoro. Penso che hai voglia di cambiare , riscrivere, aggiornare il CV e hai voglia di seguire i consigli degli esperti su come scriverlo sto benedetto CV e lettera di presentazione del cavolo, non c'è niente ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (20 novembre 2012 - ore 12:00:14):

Buongiorno Sig. Marabini e grazie per la pazienza, quello che mi chiedo è se il mio "lavoro" da disoccupato deve trasformarsi in un "lavoro" di denuncia di annunci illegali o il mio prezioso tempo dovrebbe essere investito nella reale ricerca di lavoro? Perchè se l'80% del tempo che passo a cercare ... (segue)

Redazione Lavoratorio (15 novembre 2012 - ore 17:31:35):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Francesco, se ogni volta che incontriamo per strada un imbecille dovessimo mettere la parola fine su qualche cosa, non crede che la nostra giornata sarebbe una sequela di noiosissimi "fine", scritti uno di seguito all'altro? Insomma, ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (15 novembre 2012 - ore 17:09:06):

Buonasera Sig. Direttore, Le scrivo per raccontarle in breve quello che da tempo sospettavo, e che in pratica, mette la parola fine alle illusioni di noi disoccupati. Ormai sono 2 mesi che sono senza lavoro, mai successo in vita mia. I soldi finiti, la pressione aumenta, i cv vengono inviati. Mi candido ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (26 settembre 2012 - ore 15:20:59):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Francesco, la ringrazio per la fiducia. Mi rendo conto che nei nostri documenti di approfondimento, finora, non abbiamo affrontato concretamente tutte le tematiche legate alla concreta ricerca di un lavoro. Sarebbe anche un po' ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (26 settembre 2012 - ore 13:47:20):

Sig. Marabini, La ringrazio del tempo che continua a dedicarMi, gliene sono grato. Io i commenti li pubblico una volta sola, glielo garantisco; non posso garantirLe quante volte appare a Voi di Lavoratorio, me ne scuso se appare più volte. Tornando al dunque: gli annunci SONO anonimi, il fatto che ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (25 settembre 2012 - ore 21:42:20):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Claudia, personalmente sarei perplesso se, incontrando ad ogni step un diverso selezionatore, questo non mi chiedesse di raccontarmi di nuovo. Mettiamo che lei sia alla ricerca di un fidanzato o stia vendendo una bicicletta: lei ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (25 settembre 2012 - ore 21:32:44):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Francesco, lei posta lo stesso commento tre o quattro volte. In assoluto, nulla di male: noi pubblichiamo il suo commento una volta sola. Ma questo particolare dovrebbe farla riflettere: lei è davvero così sicuro di sapersi destreggiare ... (segue)

Claudia P. di Bagno a Ripoli (FI), (25 settembre 2012 - ore 10:11:52):

Gentile Direttore, grazie per le preziose informazioni. Mi sembrano consigli utili, che metterò in pratica quanto prima, nella speranza che mi procurino almeno qualche colloquio in più di quelli sostenuti fino a ora. Devo dire però che mi è capitato più volte, soprattutto quando sono stata contattata ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (25 settembre 2012 - ore 09:25:29):

Sig. Marabini, innanzitutto volevo mettere bene in chiaro che le nozioni di base per CERCARE lavoro sono in mio possesso da molti anni e hanno contribuito alla carriera che ho intrapreso e svolto con successo nel Regno Unito. Probabilmente ciò che chiedevo non è stato recepito nel modo corretto in ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (22 settembre 2012 - ore 23:27:26):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Francesco, mi pareva di averle già risposto su tutti i punti che mi ha riproposto... Ci riprovo, anche se è ben difficile sintetizzare in una risposta di 700 battute quelle che pure dovrebbero essere le nozioni di base per chi ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (21 settembre 2012 - ore 21:45:33):

Sig. Marabini, ripeto, faccia lei una prova, chiami sotto mentite spoglie di candidato una delle agenzie per le quali ha pubblicato annunci su lavoratorio.it e chieda il nome dell'azienda per cui si sta candidando. Io già so la risposta, Le sarei grato di fare questo tentativo per tastare di persona ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (21 settembre 2012 - ore 18:37:34):

Sig. Marabini, conoscere il nome dell'azienda è fondamentale per studiarla, prepararsi al colloquio, far capire ai selezionatori che si è speso tempo a ricercare informazioni sul futuro potenziale datore di lavoro, questo in Inghilterra è fondamentale quando ci si presenta ad un colloquio. Mi creda, ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (21 settembre 2012 - ore 16:16:26):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Francesco, quando un annuncio proviene da un'agenzia per il lavoro o da una società di ricerca e selezione del personale non è anonimo: ne risponde l'agenzia. Lei ha dei referenti, un indirizzo, un numero di telefono e di email, ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (21 settembre 2012 - ore 13:35:02):

Sig. Marabini grazie nuovamente per la risposta e per l'opportunità di confrontarmi con chi, in questo campo, ne sa più di me. Come premesso nelle altre risposte, su tutti i siti di lavor, e ripeto TUTTI senza eccezioni, gli annunci di aziende anonime sono la regola, giustificati dalle agenzie (cito ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (20 settembre 2012 - ore 16:30:19):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Francesco, anzitutto una precisazione: su Lavoratorio.it non troverà mai una sola inserzione pubblicata da aziende anonime; se su altri siti trova annunci anonimi, denunci il sito: gli annunci anonimi sono vietati dalla legge. ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (20 settembre 2012 - ore 12:28:00):

per l'azienda per cui lavoravo, senza essere laureato e avendo scalato diverse posizioni manageriali in 15 anni. Guardo e riguardo il mio CV, lo modifico, lo riaggiusto, alla fine come diceva un altro utente, le mie competenze sono quelle, mi candido per ciò in cui sono competente, preparo le lettere ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (20 settembre 2012 - ore 12:22:52):

Altre candidature sono ancora lì nel limbo del web...ma se siamo costretti a candidarci per aziende anonime come possiamo monitorare i nostri progressi, confrontarci con chi dovremmo incontrare, farci sentire? Queste sono le domande che non ricevono MAI risposte. So benissimo che attendere e basta ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (20 settembre 2012 - ore 12:15:27):

Sig. Marabini, grazie della risposta. Sarei grato se mi illustrasse quali ulteriori attività potrei intraprendere al fine di trovare un lavoro in linea con il mio profilo che, all'estero trovavo con facilità irrisoria tanto da poter scegliere per chi lavorare in base alle offerte economiche proposte, ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (19 settembre 2012 - ore 16:02:24):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Francesco, purtroppo la maggior parte dei selezionatori italiani sono incompetenti e, soprattutto, maleducati: non rispondere è sempre e comunque maleducazione. Il problema riguarda tutti noi (non soltanto i selezionatori) quando ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (19 settembre 2012 - ore 13:45:36):

Sig. Marabini, sono rientrato in Italia da 3 anni, dopo 15 anni di esperienza in Inghilterra.Ho sempre lavorato come Manager, fortunatamente ho sempre avuto la possibilità di essere selezionato da persone competenti e, quando non selezionato, di ricevere sempre una risposta; tanto più quando negativa, ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (22 dicembre 2011 - ore 15:54:44):

L'intervento della redazione di Lavoratorio.it: "Buongiorno Natalja, per la prima volta dalla messa online di Lavoratorio.it ci siamo trovati costretti a non pubblicare dei commenti: i suoi. Ne abbiamo censurati quasi una decina, riferiti ad altre lettere o botti. Quello pubblicato qui sopra, non lo ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (21 dicembre 2011 - ore 20:18:20):

@ Roberto Marabini: non sono daccordo sul punto 4 e 6 punto 4: nessuno è scemo da scordarsi le esperienze che ha fatto. punto 6: "sai cosa devi fare di tutte le esperienze professionali, dei titoli di studio e dei master che erano elencati nel formato europeo del tuo cv, ma che non hanno nessun ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (30 ottobre 2011 - ore 20:56:05):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Carlo, certamente tutto è opninabile. Siamo d'accordo con lei sulla prevalenza della sostanza sulla forma (in effeti, i mie consigli vanno tutti in questa direzione). Se poi un giorno riuscirà ad imporre innovativi sistemi di ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (30 ottobre 2011 - ore 11:07:22):

tutti discorsi ampiamente opinabili. Sinceramente è la prima volta che leggo di una persona che è contro il CV europass. Fin'ora tutti mi hanno consigliato proprio l'europass! E poi si dovrebbe guardare quello che c'è scritto nel CV e non la forma. Prima vengono le competenze e poi la forma. Se una ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (12 ottobre 2011 - ore 12:24:47):

e piu di un anno ke mando cv in tt italia...e nn puoi sempre pensare a cosa scrivere x rendermi simpatico ai tipi di lavoro...sono senza un euro con famiglia e fitto di casa da pagare(con sfratto) ma ke devo scrivere piu in questi maledetti cv ho alle spalle 25 anni di lavoro e penso ke puo' bastare...rispetto ... (segue)

Morris M. di Bologna (BO), (11 ottobre 2011 - ore 22:25:59):

"Uno stomaco vuoto non è un buon consigliere politico" A. Einstein. Vorrei spezzare una lancia nei confronti di Nicola C. E' difficile riuscire a restare lucidi e composti quando tutto sembra remarti contro. Tieni duro!

Jobob L. di Milano (MI), (11 ottobre 2011 - ore 22:00:44):

La risposta della redazione di Lavoratorio.it: "Buongiorno Nicola, il mercato del lavoro è davvero in un momento difficile, in ogni regione d'Italia. Purtroppo, quando le condizioni sono difficili, diventa più difficile anche riuscire ad emergere, per non dire sopravvivere. E' come se fossimo di fronte ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (11 ottobre 2011 - ore 15:01:09):

oggi lavorare e diventato impossibile...devi fare questo x bene...questo con attenzione e questo con filosofia...ma andate a quel paese tutti...lavorare era un diritto...ma ora nn lo e piu'

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (16 maggio 2011 - ore 08:42:24):

Carissimi, ho 52 anni ed ancora riesco a trovare il tempo per farmi prendere in giro da agenzie interinali,sono stato chiamato ad un colloquioda un ag. alla quale sono iscritto dal 2003"UMANA" per la stagione alla san Benedetto mi hanno detto di tenermi pronto che mi avrebbero chiamato in giornata per ... (segue)

Deborah F. di Correggio (RE), (11 maggio 2011 - ore 19:30:34):

Cara Esmeralda, ti devo smentire. Talvolta sono stata giudicata eccessivamente "curata" in sede di colloquio. Se succede, te ne accorgi nell'arco del primo minuto. Indubbiamente, la modalità di presentazione, anche l'aspetto fisico, ha la sua rilevanza. In particolare per certe professioni. E' la triste ... (segue)

Esmeralda B. di Lavagno (VR), (03 maggio 2011 - ore 11:39:28):

Concordo con qllo che ha detto Emilio P., al quale faccio i miei migliori auguri. Vd, c'è sempre chi sta peggio. Io non ho la laurea, sono un po' timida(anche se molto meno di 1 volta) e ho un diploma che mi da molte soddisfazioni dal punta di vista personale ma gran poche in qllo professionale: il ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (02 maggio 2011 - ore 21:32:40):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Caro Emilio, qui ti volevo: purtroppo, c'é molto di vero in quello che hai appena scritto! Sui corsi di postura nel corso del colloquio, non perdere troppo tempo: è sufficiente una lettura veloce per impare quello che si aspetterebbero ... (segue)

Emilio P. di Lago (CS), (02 maggio 2011 - ore 19:37:48):

Non so cosa spera che debba contenere un cv di un neolaureato (in realtà laureato oltre un anno fa). Anche io vorrei che contenesse qualche esperienza in più ma se non me la fanno fare perché magari scelgono persone che non hanno nemmeno quelle 4 cose, sinceramente non so cosa fare. Lo ammetto, il ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (02 maggio 2011 - ore 18:55:50):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Emilio, spero che il suo curriculum contenga qualcosa di più di un voto di laurea, un'esperienza Erasmus e la conoscenza dell'inglese. Tra l'altro, all'università dovrebbero aver insegnato a non confondere mai la propria esperienza ... (segue)

Emilio P. di Lago (CS), (02 maggio 2011 - ore 17:33:27):

Dai roberto, voi siete anche strani. Sarebbe meglio guardare le competenze invece che le 2 righe di presentazione...Sai a me è capitato di fare un colloquio e trovarmi un ex collega. Io ho 2 esperienze all'estero (Erasmus e Leonardo), laurea specialistica (come lui), voto di laurea 110, buona conoscenza ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (14 aprile 2011 - ore 09:55:27):

Bene, è vero, all'inizio mandavo anche io CV tutti uguali. Peggio, li mandavo senza lettera di presentazione. Poi ho capito, sono partita dallo sfrondare il CV formato europeo di tutti gli orpelli inutili e di farmene uno che mi piacesse di più. Ho cominciato ad analizzare me stessa e ho capito che ... (segue)

Rodolfo I. di Trecate (NO), (12 aprile 2011 - ore 14:48:13):

... e quanto detto sopra senza contare l'assunzione di parenti, amici e amici degli amici. Se poi aggiungiamo anche i raccomandati... beh fate voi un po' di conti, tenendo anche presente il periodo di crisi in atto da diversi anni in italia (non è un errore, non merita la i maiuscola, altro che unità ... (segue)

Rodolfo I. di Trecate (NO), (11 aprile 2011 - ore 12:49:24):

secondo il mio modesto parere, è ovvio che il CV deve essere fatto in un certo modo, soprattutto senza errori ortografici e/o grammaticali che denotano soltanto il livello culturale del candidato (normalmente... pessimo) ma comunque non è, oggi, la parte determinante della decisione sull'assunzione ... (segue)

Giulia Z. di Roma (RM), (10 aprile 2011 - ore 14:40:55):

Buongiorno ho appena letto la lettera di suggerimento del Sig.Marabini, è certamente uno spunto interessante, ma sfortunatamente non risolve il nostro problema nel trovare lavoro in questo momento.Puoi avere il curriculum e le competenze più fantastici del mondo, ma se la tua candidatura non viene ... (segue)

Roberta C. di Paderno Dugnano (MI), (08 aprile 2011 - ore 18:03:23):

Buonasera Signor Direttore, quello che Lei afferma è vero: infatti io mi faccio sentire con educazione e senza essere troppo rompiscatole dalle agenzie, in quanto loro fanno da filtro con le aziende clienti, ma non avrò mai questo atteggiamento nei confronti di un'azienda in quanto credo che, se l'azienda ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (08 aprile 2011 - ore 12:05:41):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Roberta, lei cita due atteggiamenti etici molto importanti: l'orgoglio e la dignità. Dal mio punto di vista, la dignità è irrinunciabile, mentre con l'orgoglio siamo spesso costretti a fare i conti. Per dirla tutta, il senso ... (segue)

Erminia R. di Roma (RM), (06 aprile 2011 - ore 14:04:56):

Grazie, ha proprio ragione a suggerire di l'inserzionista. Sarà fatto. Purtroppo sul fattore età, c'è ben poco da fare nel nostro paese. Insisterò nella ricerca... Di nuovo grazie, è veramente un piacere avere un interlocutore professionale dietro un schermo. Erminia

Roberta C. di Paderno Dugnano (MI), (06 aprile 2011 - ore 11:33:40):

Gentile direttore, le rispondo in merito al consiglio che Lei ha dato ad Erminia di Roma: Lei afferma che, per la ricerca del lavoro sarebbe opportuno anche mettersi in contatto con l'inserzionista dopo aver inviato la propria candidatura, ma io questo modo di agire non lo condivido in quanto, a mio ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (06 aprile 2011 - ore 09:39:12):

La risposta di Roberto Marabini: "Buongiorno Erminia, ovviamente la candidatura ideale non esiste e anche la migliore candidatura che riusciamo a confezionare potrebbe essere migliorata attraverso il confronto diretto con uno specialista... o anche semplicemente con un amico. Detto questo, nessuno può ... (segue)

Erminia R. di Roma (RM), (06 aprile 2011 - ore 08:36:48):

Gentile Direttore, un sincero grazie per la concretezza con cui è riuscito a spiegare come compilare un cv "interessante". Vorrei soffermarmi invece sulla lettera di presentazione. Tante volte ho fatto come da lei suggerito: spiegare a mia sorella perchè proprio io sono la candidata ideale, convinta ... (segue)

Morris M. di Bologna (BO), (01 aprile 2011 - ore 23:33:34):

Fantastico! Volevo complimentarmi con il direttore! Solo un buon Giornalista poteva riuscire ad essere sintetico e al contempo esaustivo! Ho seguito con profitto i consigli di lavoratorio e coachlavoro ed anchi'io utilizzo l'europass solo se costretto. Per un semplice motivo: il cv DEVE stare in due ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (31 marzo 2011 - ore 09:24:21):

Giustissimo mettersi in discussione, come suggerito dal direttore, e molto utile apportare delle modifiche che io stesso ho effettuato sul mio cv e lettera/e di presentazione. Detto questo, molte altre regole vere o presunte di redazione mi sembrano cervellotiche e inutili. Vedrei più opportuno denunciare ... (segue)

Antonia D. di Villasanta (MB), (29 marzo 2011 - ore 19:10:45):

grazie per i consigli datemi per il mio curriculum. Infatti non riuscivo proprio a capire perchè solo pochi mi rispondevano....cmq ora lo so!!! Spero di rendere il mio curriculum più personalizzato possibile e poi mi auguro di ricevere buone notizie!!! cordialmente Antonella

Jobob L. di Milano (MI), (27 marzo 2011 - ore 11:16:26):

Altre dure risposte di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Claudio da Salsomaggiore, il fatto che i selezionatori italiani siano mediamente incapaci di realizzare una inserzione di lavoro comprensibile e trasparente non c'entra nulla con il tema in discussione in questa pagina, ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (26 marzo 2011 - ore 22:18:38):

La risposta di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Buongiorno Paolo, non mi pare proprio di aver suggerito nessun trucchetto, tutt'altro: ho suggerito di scrivere le cose più vere e semplici, cioé cosa mi rende consapevole di poter essere un buon candidato per una certa inserzione. Quanto ... (segue)

Paolo B. di Grosseto (GR), (26 marzo 2011 - ore 14:09:35):

Faccio un'altra osservazione sul discorso delle lettere di presentazione, che personalmente personalmente la massima espressione della finzione applicata al curriculum. Dott. Marabini, La invito a scriver qui sotto ad esempio una bella lettera di prentazione che possa convincere un'azienda a leggere ... (segue)

Paolo B. di Grosseto (GR), (26 marzo 2011 - ore 13:52:49):

Questo decalogo dimostra perché le cose in Italia vadano tanto male. Questo mettere in alto, in basso o addirittura omettere, mette in luce come si debba ricorrere a trucchi e trucchetti per poter "catturare" "l'attenzione" del selezionatore. Ci riduciamo semplicemente a scrivere ciò che altri vogliono ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (26 marzo 2011 - ore 13:05:37):

Specifico per chi non è imbecille come Carlo Alberto, che NON ho trovato lavoro tramite agenzie interinali, ma solo mandando il mio cv ad aziende direttamente, sintomo che come redigo il cv va bene...Carlo Alberto, un corso d'italiano ti gioverebbe!!!Capire è un optional che ti manca.

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (26 marzo 2011 - ore 13:03:40):

Carlo Alberto, io nel frattempo ho lavorato, se non capisci un cazzo impara a leggere. Se non lavorassi da 5 anni, sarei proprio messo male!Probabilmente come sei messo tu che ti esprimi in una maniera per cui si capisce bene perchè non trovi lavoro.

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (25 marzo 2011 - ore 18:30:03):

Il senso di rabbia è quando sento persone che trovano lavoro solo per conoscenza, non serve in quel caso il cv, e a quel punto mi chiedo cosa serve mettersi a volte per ore davanti al computer, cercare l'annuncio giusto , e trovare la maniera giusta per scrivere un cv vincente. E' davvero frustrante ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (25 marzo 2011 - ore 16:42:11):

Non credo serva a nulla tutto quello che viene descritto qui. Le aziende ricevono centinaia di Cv e poco importa come sono scritti, tanto nemmeno li leggono con attenzione. Occorre solo essere al posto giusto nel momento giusto o avere conoscenze che ti permettano il colloquio. In 5 anni che mando cv ... (segue)

Annalisa D. di Roma (RM), (25 marzo 2011 - ore 00:43:40):

mentre compilavo il cv pensavo che fosse una mostruosità. Ma è ancora più mostruoso il senso di ansia che si prova quando a 48 anni e con due figli nn si riesce a trovare uno straccio di lavoro. Quindi si compila e si invia senza riflettere sul fatto che è il ns.apripista. Grazie per i consigli, ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (24 marzo 2011 - ore 23:20:54):

salve, ringrazio il signor selezionatore. io credo che ormai l'italia è un paese non assicura un avvenire e trovare uno straccio di lavoro sembra un'impresa ardua. Si è arrivati ad un punto in cui, selezionare una persona per un colloquio, si nota o si scarta un candidato anche per i punti e virgola, ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (24 marzo 2011 - ore 22:32:42):

LEI DICE CHE COMPILARE CORRETTAMENTE UN CV EPPOI TROVARSI CENTINAIA DI SELEZIONATORI CHE NON SANNO LEGGERLO NON è UN TEMA PERTINENTE? GUARDI LA MIA ESPERIENZA IN FATTO DI SELEZIONE, NON MI PERMETTE DI TOLLERARE LE SUE OFFESE. LEI è UN INCOMPETENTE. DETTO QUESTO, VISTO CHE CON MOLTE PROBABILITà NON ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (24 marzo 2011 - ore 22:29:33):

Mi scusi sig, Marabini, ma pare che lei non sappia leggere. Io non ho deviato dal tema, lei parla di aria fritta arzigogolando su come compilare il cv ed io in tema le dico che spessissimo CHI legge il Cv non sa leggerlo, quindi anzichè parlare di nulla o criticare messaggi pertinenti, veda di restare ... (segue)

Claudio B. di Salsomaggiore Terme (PR), (24 marzo 2011 - ore 22:20:57):

Egr. Roberto Marabini Conscio del suo sapere e non da meno il grado d’impegno nello svolgere il suo incarico con extrema professionalità, le posso assicurare, ed è una verità vera, che dopo anni di conoscenza dettata da diversificati motivi, il risultato della mia analisi dice che : purtroppo, ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (24 marzo 2011 - ore 21:05:06):

Il parere di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Mi rivolgo al marito di Anna C.: in effetti, chiunque abbia provato anche una sola volta nella vita a sedersi dalla parte del selezionatore potrebbe dire di aver visto "cose che voi umani non potreste immaginare" (citazione dal film Blade Runner). ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (24 marzo 2011 - ore 19:21:32):

C'è poi anche da dire, che molti selezionatori, sia facenti parte delle Aziende che ricercano personale, sia selezionatori di agenzie per il lavoro, non sanno nemmeno leggerlo un Cv. Innumerevoli volte mi sono sentita chiedere: Roberta ma Lei ha fatto....etc etc e lamansione era specificata nel Cv ... (segue)

Anna C. di Montemurlo (PO), (24 marzo 2011 - ore 19:08:41):

ottimi consigli,vedrò di provare a fare in questa maniera da ora in poi. Purtroppo il mio è un caso particolare,io sono occupato e per adesso non ho nessuna intenzione di muovermi però sto mandando CV per mia moglie,lei ha avuto varie esperienze lavorative,dalla fabbrica alla ristorazione e ultimamente ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (24 marzo 2011 - ore 18:35:35):

Finalmente ho avuto le risposte che tanto mi tormentavano in questi giorni. Grazie per i consigli , io personalmente mandavo lo stesso cv per ogni annuncio, ho sbagliato e ora grazie a voi ho capito come fare. Proverò ad essere più attenta e più precisa . Grazie e auguri a tutti

Emanuela G. di Valdagno (VI), (24 marzo 2011 - ore 14:33:24):

Grazie per i consigli. Come altre persone alla ricerca disperata di un lavoro, a volte mando CV uguali e a cascata a innumerevoli aziende. Ho sbagliato e ne sono consapevole. Proverò ad essere più attenta. Grazie ancora e in bocca la lupo a tutti.

Walter P. di Monastier di Treviso (TV), (24 marzo 2011 - ore 11:56:00):

Rispondendo a vari annunci con lettera di presentazione e CV in formato europeo, ho riscontrato che la lettera di presentazione è molto importante e va adattata di volta in volta alle caratteristiche ricercate nell'annuncio, sempre in base alle proprie competenze ed esperienze. Il CV europass è apprezzato ... (segue)

Mary D. di Milano (MI), (24 marzo 2011 - ore 11:14:38):

Buongiorno Sig. jobob---- La felpa e' interessantissima...e son completamente d'accordo sul fatto che...chi va controcorrente vince sempre..nelle scelte strategiche ovvio....per l'orologio devo abilitarmi...ma per il resto cercate di essere qualcuno!!! e non un foglio scritto dove si cerca di essere ... (segue)

Roberta C. di Paderno Dugnano (MI), (24 marzo 2011 - ore 10:54:07):

Trovo che i consigli elencati dal Dott. Marabini siano sempre efficaci. Io ho realizziato 2 o 3 CURRICULA in formato world e pdf con relative lettere di accompagnamento ben chiare e specifiche da abbinare secondo le mansioni in cui mi candido (Contabile, segretaria, semplice impiegata). Bisogna comunque ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (24 marzo 2011 - ore 10:36:21):

No, la mia lettera i presentazione cambia ad ogni invio. Sempre ferma la mia personalità e determinazione, oltre che versatilità nelle mansioni, la lettera viene modificata ogni volta, cosi' come le righe nella mail d'invio. Non amo bluffare, pertanto sono sempre io, ma non mi piace spedire un formato ... (segue)

Jobob L. di Milano (MI), (24 marzo 2011 - ore 00:27:25):

Le risposte di Roberto Marabini, direttore di Lavoratorio.it: "Dal commento di Roberta da Castenaso (BO) mi pare di aver compreso che la sua lettera di presentazione rischia di essere sempre identica: mi sbaglio? Certamente deve emergere la personalità, ma non solo! Se lei intende "corteggiare" una ... (segue)

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (23 marzo 2011 - ore 18:38:00):

buonasera, direi che e' un ottimo articolo.... pero' devo dire che a me il cv in formato europeo invece piace moltissimo!!! non trovo comunque lavoro,ma e' quello che utilizzo piu' spesso! buon lavoro michela orezz

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (23 marzo 2011 - ore 15:00:03):

Grazie Sig. Marabini, ciò che ha consigliato è davvero molto utile. Talvolta l'ansia di trovare un lavoro può confonderci le idee. Speriamo che questi consigli possano portare a risultati migliori. Speriamo...

Utente non più iscritto a Lavoratorio.it (23 marzo 2011 - ore 14:06:21):

Grande Sig. Marabini. Ho fatto come ha scritto Lei, già da alcuni mesi. Ho preso come modello il Cv europeo, poi ho cancellato tutte quelle righe a mo' di carcerato. Ho fatto un elenco degli incarichi avuti nel corso dei 28 anni lavorativi ( ho 47 anni)poi, elenco concentrato ma chiaro delle mansioni ... (segue)

Angela P. di Verzegnis (UD), (23 marzo 2011 - ore 10:30:57):

Finalmente ho trovato qualcuno a cui non pice il cv europeo, anch'io lo trovo molto dispersivo e no lo utilizzo mai...e pensare che me lo hanno proposto come modello anche al centro per l'impiego!!!


78 commenti finora pubblicati

Partecipa alla discussione attraverso il tuo account Facebook, Twitter o Linkedin
cliccando su uno dei bottoni qui sotto. Per ulteriori informazioni su questa funzione, clicca QUI

Facebook Twitter Linkedin

CERCA NEI BOTTI cerca e trova lavoro

* scrivi UNA sola parola di ricerca

facebook
Twitter
Google+
LinkedIn
indoona

CERCA NEI BOTTI cerca e trova lavoro

* scrivi UNA sola parola di ricerca

LA LETTERA DEL GIORNO

Over 40 e 50 disoccupati, siamo alla svolta?

di Giuseppe Zaffarano

Lavoratorio.it © 2008 - 2014 p.iva 02430780128
x
ALTRI LETTORI DI LAVORATORIO.IT STANNO GUARDANDO:
Una coach per il lavoro quinto episodio sit-com Lavoratorio
Autostima e competenze: il quinto episodio della sit-com